Legacoop Emilia Ovest
Raccolta Conad di Reggio Emilia: donati 22.000 euro a sostegno del MIRE
22 December 2020
Sono stati consegnati oggi presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia i fondi raccolti grazie all’iniziativa promossa da Conad “Natale Prezioso” attiva dal 28 ottobre fino al 6 dicembre in tutti i punti vendita in cui opera Conad Centro Nord: Lombardia e Emilia Romagna (per le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia).
Per ciascun acquisto di una delle 6 sfere a tema natalizio in vetro soffiato decorate a mano nel Nord Europa da esperti maestri artigiani per Brandani sono stati donati 0,50 euro a favore di enti e associazioni territoriali a sostegno di sei progetti solidali rivolti per lo più ai bambini raccogliendo una somma totale pari a 90 mila euro.
Per la provincia di Reggio Emilia sono stati raccolti 22.000 euro a favore dell’Associazione CuraRE Onlus, nata nel 2011 per sostenere la realizzazione del MIRE, Maternità Infanzia Reggio Emilia, un nuovo edificio che sorgerà all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova e che avrà come obiettivo la tutela della salute della donna, del neonato e del bambino.
Grazie alla donazione, la Neonatologia del Santa Maria Nuova disporrà di un’apparecchiatura di ultimissima generazione che garantisce il costante monitoraggio delle funzioni cerebrali del neonato. L’elettroencefalografia ad ampiezza integrata (aEEG) acquisisce ed elabora direttamente dal letto del bambino l’attività elettrica cerebrale e offre un tracciato di facile e immediata interpretazione. La strumentazione permette l’individuazione dei soggetti a rischio di esiti neurologici, come quelli affetti da asfissia alla nascita, per indirizzarli a un tempestivo trattamento terapeutico, quale l’ipotermia, che si è dimostrata procedura di grande efficacia e sicurezza.
Giancarlo Gargano, direttore della Neonatologia dell’Ospedale Santa Maria Nuova e membro del consiglio direttivo di Curare Onlus:Siamo molto grati a Conad e a tutti i punti vendita provinciali per questa ennesima e suggestiva iniziativa, appena conclusa, del “Natale prezioso” e per il sostegno a favore della Neonatologia dell’AUSL di Reggio Emilia oltre che, più in generale, a favore del MIRE. Testimonia ancora una volta l’attenzione della comunità nei confronti delle generazioni future e soprattutto dei suoi più piccoli e fragili rappresentanti.”
L’elettroencefalografia ad ampiezza integrata è in grado di modificare significativamente le cure ai neonati affetti da asfissia perinatale. Questo problema colpisce circa 3-6 neonati ogni 1000 nati vivi. Fortunatamente solo una parte di loro (0,5-1/1000) svilupperà l’Encefalopatia Ipossico-Ischemica (EII), che costituisce la causa più frequente di paralisi cerebrale infantile. Se si presenta nel grado moderato o severo, questo fenomeno porta alla morte dei piccoli e tra i sopravvissuti circa il 25% sviluppa danni neurologici permanenti. L’esito delle cure è vincolato agli interventi e alle procedure adottate alla nascita, in particolare al tempestivo e precoce trattamento ipotermico a scopo neuroprotettivo. L’aEEG, ossia l’attrezzatura che Conad dona oggi alla Neonatologia, consente di individuare efficacemente i neonati affetti da encefalopatia ipossico-ischemica che possono beneficiare di questo trattamento, riducendo significativamente il rischio di danni neurologici significativi. La stessa apparecchiatura permette, inoltre, l’esecuzione di elettroencefalogrammi “tradizionali” di grandissima utilità nella diagnosi di condizioni morbose gravi, quali convulsioni ed epilessie, e per il loro trattamento farmacologico.
Grazie a questa donazione, nel futuro MIRE i neonati della provincia reggiana avranno a disposizione una tecnologia altamente innovativa, in grado di migliorare la qualità dell’assistenza dopo la nascita, già oggi qualitativamente molto avanzata.
 “Questa donazione, insieme a quelle degli anni precedenti, conferma l’attaccamento che Reggio e i nostri clienti hanno per il MIRE e più in generale per l’Arcispedale Santa Maria” afferma Paolo Davoli, membro del CDA di Conad Centro Nord e continua: “Mai come quest’anno abbiamo visto quanto sia fondamentale la collaborazione di tutti per ottenere dei risultati in tutti gli ambiti, dal sociale al sanitario. La vicinanza è il vero valore che permette alle comunità di far fronte a tutte le necessità e noi di Conad, ci siamo”.
“Per noi è un grande risultato, un bel regalo di Natale, ed è un vero orgoglio sapere che in tanti cittadini si sono attivati acquistando le Sfere di Natale sostenendo cosi il progetto del MIRE“  sostiene Deanna Ferretti, Presidente dell’Associazione Curare Onlus e continua: “Grazie quindi a tutti, perché solo insieme si possono realizzare i sogni”.