Legacoop Emilia Ovest
Co-ver, la mascherina della rete cooperativa ha ottenuto parere favorevole dall’ISS, quindi risulta certificata ai sensi del DPCM “Cura Italia”. Partecipano al progetto Art Lining e Arbizzi
22 April 2020
Confortevoli, ecosostenibili, sicure e certificate. Ecco le mascherine a marchio cooperativo, nate dalla volontà e l’impegno di dodici cooperative, guidate da Legacoop. Il progetto di riconversione industriale, sostenuto da Coopfond, il Fondo di promozione di Legacoop, vede come capofila la coop sociale Progetto Quid di Verona, ed è stato attivato per rispondere in modo concreto e collaborativo all’emergenza sanitaria che trova proprio nella mancanza di mascherine uno dei principali fattori di criticità al contrasto del diffondersi dell’epidemia.
Sul nostro territorio sono state coinvolte le cooperative workers buyout Art Lining e Arbizzi, rispettivamente nel taglio/façon e nella distribuzione commerciale.
La produzione e vendita della mascherina Co-ver, avviata ad inizio emergenza, ha ora ottenuto parere favorevole dall’ISS, pertanto risulta certificata ai sensi del DPCM “Cura Italia”.
Si tratta di una mascherina facciale ad uso Medico a 1 strato, Tipo I, in cotone con elastici, lavabile fino a 15 volte. Approvata dall’Istituto Superiore di Sanità. Il tessuto ha un trattamento antimicrobico e anti-goccia.
“Fin da subito”, dichiara Stefania Ghidoni, vicepresidente di Art Lining, specializzata nella produzione di interni per cravatte “il nostro obiettivo era raggiungere la certificazione, iter complesso e molto rigido che tuttavia garantisce la sicurezza ottimale. Grazie alla rete cooperativa, è stato possibile realizzare questo progetto in cui ogni cooperativa si è specializzata nel proprio pezzo. Il risultato è una mascherina di qualità eccezionale, per comfort, traspirabilità e resistenza”.
“Siamo entrati in questo progetto come distributori” aggiunge Simone Vallieri, presidente di Arbizzi, specializzata in commercializzazione di materiali per imballaggio “dopo aver rifiutato altre proposte da parte di fornitori di prodotti legati alla sicurezza, innanzitutto perché fa parte della rete cooperativa, poi perché si tratta di un dispositivo certificato e quindi di elevati standard, non ultimo è rispettoso dell’ambiente, quindi in linea con la nostra attenzione”.
“Anche Legacoop Emilia Ovest si è impegnata molto per raggiungere questo obiettivo in termini di coordinamento e organizzazione della filiera” - sottolinea il presidente Edwin Ferrari - “Grazie alla creazione della rete cooperativa riusciamo ad andare incontro alle esigenze di protezione delle persone impegnate sul campo quotidianamente".
Matteo Pellegrini, referente Legacoop Emilia Ovest per il progetto, conclude con un richiamo ai valori: “Il risultato è frutto di uno straordinario esempio di cooperazione tra Cooperative, così come sancito dal sesto Principio Cooperativo dell’International Cooperative Alliance”.

 
Per ordinare le mascherine: Arbizzi, info@arbizzi.it, 0522-944384


Di seguito le video dichiarazioni di Matteo Pellegrini, Legacoop Emilia Ovest, Stefania Ghidoni, vicepres. Art Lining e Simone Vallieri, pres. Arbizzi



E qui parla Anna Fiscale, cooperativa Quid di Verona, che racconta il progetto